Title Image

I locali

I locali

Dal 2019 il Poliambulatorio Biomed occupa una struttura moderna, dedicata esclusivamente all’attività sanitaria, con struttura ed impiantistica all’avanguardia appositamente progettata e studiata per poter essere funzionale all’attività sanitaria. “Dopo anni di locazione di varie strutture  – dichiara la dottoressa Anna Maria Sarvia- è emersa la necessità di fare un passo avanti: cominciavano ad emergere le limitazioni strutturali dei precedenti locali che, non essendo progettati esclusivamente per un utilizzo sanitario, li rendeva poco idonei ad una attività di alto livello come noi vogliamo offrire”.

Pertanto si è deciso di partire da zero con un immobile che è stato realizzato a partire dalle fondamenta con un solo obiettivo: funzionalità e sicurezza per il personale e per i pazienti. Il risultato è sotto gli occhi di tutti, con una struttura senza eguali in provincia di Cuneo per dimensioni, modernità e tecnologia.

Tre piani, oltre mille metri quadri, per quattro sale d’attesa, una sala riunioni da 40 posti, nove ambulatori, due sale operatorie maggiori, una centrale di sterilizzazione, tre postazioni odontoiatriche, un laboratorio odontotecnico, oltre ad uffici ed innumerevoli aree tecniche: questa è la Biomed oggi, ma le potenzialità di espansione sono ancora moltissime.

Le nostre autorizzazioni:

  • Autorizzazione sanitaria n° 34 del 5/11/2018
  • Autorizzazione medicina sportiva n° 854 del 12/12/2018
  • Autorizzazione emoderivati per uso non trasfusionale (PRP)
  • Autorizzazione chirurgia ambulatoriale complessa n°555 del 11/07/2019
  • Autorizzazione centro prelievi n°0007151/P del 18/01/2019
  • Convenzione ASO S. Croce e Carle di Cuneo per attività libero professionale intramoenia
  • Convenzione ASL CN1 per attività libero professionale intramoenia
  • Convenzione con Dipartimento di Emergenza e Accettazione dell’Ospedale S. Croce e Carle di Cuneo per la gestione delle emergenze
  • Convenzione con l Dipartimento di Emergenza e Accettazione dell’Ospedale S. Croce e Carle di Cuneo per la gestione delle complicanze chirurgiche

Ogni autorizzazione ha un costo, diretto ed indiretto, ragione per cui alcuni preferiscono non investire in questa direzione. Ma speculare sulla sicurezza dei nostri pazienti non rientra nel nostro modo di lavorare, oltre a rappresentare una palese illegalità.