Title Image

Come sbiancare i denti a casa

Come-sbiancare-i-denti-a-casa

Come sbiancare i denti a casa

Sbiancamento denti a casa con gel a base di perossido di carbammide

 

Spesso i nostri pazienti ci chiedono “qual è il metodo migliore per sbiancare i denti?”. L’esigenza è ottenere un sorriso smagliante, con denti chiari e luminosi. E’ una questione di estetica, ma anche di benessere personale e relazionale. Mentre lo scopo della pulizia dei denti è rimuovere placca batterica e tartaro, l’obiettivo dello sbiancamento dentale è eliminare o rendere meno evidenti alcune tipologie di macchie, oppure schiarire il colore naturale dei denti per ottenere un effetto più brillante.

Scopri insieme a noi:

 

Qual è il metodo migliore per sbiancare i denti

Lo sbiancamento professionale dei denti può essere eseguito in studio oppure a casa. Dopo un’accurata visita, Igienista e Odontoiatra possono indicarti il metodo migliore per sbiancare i denti, tenendo conto di alcuni fattori come la situazione gengivale, la sensibilità del cavo orale, la collaborazione domiciliare ecc. Infatti è possibile scegliere tra sbiancamento professionale in studio e sbiancamento domiciliare: entrambi possono essere efficaci, ma occorre valutare alcune variabili. Molto spesso tendiamo a consigliare lo sbiancamento professionale domiciliare, perché – pur richiedendo tempi più lunghi e una maggior collaborazione da parte del paziente – è meno invasivo.

 

Lo sbiancamento professionale in studio

Se si desidera ottenere un risultato in tempi rapidi – per esempio in vista di un evento importante – è possibile optare per lo sbiancamento professionale in studio. Prima di procedere, è necessario tuttavia tener conto della sensibilità individuale, perché durante il trattamento in studio vengono utilizzati gel sbiancanti particolarmente aggressivi, in quanto contenenti un’alta percentuale di idrogeno (varia dal 25% al 40%).

L’utilizzo della lampada Led durante la seduta permette di ottimizzare i risultati, diminuendo i tempi di applicazione. All’inizio della seduta viene applicata una protezione sulle gengive e sulle parti del dente che non devono entrare in contatto con il gel sbiancante, e alla fine della seduta si ricorre a paste o gel desensibilizzanti e remineralizzanti, per proteggere la struttura del dente.

 

Lo sbiancamento professionale a casa

Se non ci sono esigenze particolari in termini di tempo e se il paziente è disposto a collaborare, consigliamo lo sbiancamento professionale a casa: si tratta di un procedimento poco invasivo, che permette di ottenere ottimi risultati. Igienista e Odontoiatra, dopo un’accurata visita, forniscono al paziente un gel sbiancante a base di perossido di carbammide; la concentrazione del principio attivo è però, in questo caso, piu’ bassa rispetto allo sbiancamento professionale in studio, perché lo sbiancamento non sarà il risultato di un’unica seduta, ma di un’applicazione quotidiana e costante. Dopo una prima applicazione in studio, il paziente potrà proseguire in autonomia a casa, con l’utilizzo di gel sbiancante e di apposite mascherine.

 

Come sbiancare i denti senza rovinare lo smalto

Invitiamo sempre i nostri pazienti a prestare molta attenzione, perché lo sbiancamento dei denti, se applicato in modo non professionale, può essere dannoso. Esistono in commercio molti kit per lo sbiancamento dei denti – come le penne sbiancanti, i dentifrici ecc –  ma è meglio affidarsi al proprio dentista, perché il rischio è di danneggiare gravemente  lo smalto ed il colore dei denti; inoltre si rischia maggiormente di incorrere in irritazione o infiammazione alle gengive, alle labbra o alle guance.

 

I vantaggi dello sbiancamento denti a casa con perossido di carbammide

Per sbiancare i denti si utilizza un gel a base di perossido di carbammide, composto chimico con proprietà sbiancanti, disinfettanti e ossidanti. Mentre il gel utilizzato in studio ha una concentrazione elevata del principio attivo – perché i risultati sono ottimizzati in un’unica seduta – il gel utilizzato per lo sbiancamento domiciliare a base di carbammide e’ meno invasivo e meno aggressivo. Lo sbiancamento dei denti a casa quindi garantisce un risultato uguale – a volte anche migliore, rispetto a quello in studio – con minori effetti collaterali, perché si abbassa notevolmente il rischio di irritazioni e sensibilità. Se eseguito correttamente, lo sbiancamento domiciliare è privo di effetti collaterali.

 

Come sbiancare i denti a casa

Prima di tutto occorre sottoporsi ad una visita, in modo che igienista e odontoiatra possano valutare nel dettaglio la situazione del cavo orale e suggerirti il metodo di sbiancamento migliore.

Sbiancare i denti a casa è davvero semplice: è sufficiente applicare il gel sbiancante ogni giorno, a casa, con l’aiuto di mascherine individuali. Le mascherine verranno preparate dal tuo dentista, sulla base di impronte. Il procedimento varia dai 7 ai 15 giorni; ogni applicazione dura dai 120 minuti a tutta la notte, in base alle indicazioni del tuo medico. In breve tempo, quindi, è possibile ottenere il risultato desiderato, senza incorrere in alcuna controindicazione.

 

Quanto tempo ci vuole per fare uno sbiancamento dentale?

Lo sbiancamento professionale in studio è più veloce, perché si tratta di un’unica seduta di circa 30/90 minuti. Ma l’utilizzo di gel a base di perossido di carbammide può avere delle controindicazioni. Lo sbiancamento dentale domiciliare richiede invece l’applicazione del gel, con apposite mascherine, per 7-15 giorni (un’ora al giorno o tutta la notte, dipende): in sole due settimane è possibile sbiancare i propri denti, senza effetti collaterali.

Vorresti sbiancare i tuoi denti ed ottenere un sorriso smagliante? Rivolgiti al nostro Studio Biomed per prenotare una visita e valutare il procedimento di sbiancamento denti migliore per te